lunedì 26 marzo 2012

Mettiamo da p-ARTE la moda... ed. Art factory02 - Catania


Suvvia, mi conoscete..!
Sapete perfettamente la mia indole defilata e lunatica.
No, aspettate: io non sono lunatica. Se cambio umore o stato d'animo, c'è sempre un motivo.
Che, poi, possa essere invisibile agli occhi dei più questo è un altro discorso.
Ma non intendo tediarVi con noiosi discorsi autoreferenziali, che, peraltro, non cambierebbero lo stato delle cose. Ovvero, che ogni tanto sparisco.
Siate, però, certe che torno sempre.

Se mi eclisso per giorni, settimane o, come stavolta, mesi, è perchè qualcosa occupa la mia mente e poichè Madre natura non mi ha aiutato nel dotarmi di neuroni - come dire - quei pochi che ho si intasano facilmente.
Nella lista che ho stilato ultimamente (sì, l'ennesima!), ho scritto a caratteri cubitali e sottolineato più volte la ferma volontà, supportata da una vitale esigenza, di rafforzare il supporto pratico a ciò che la mia capacità organizzativa predispone in potenza.
Questo dovrebbe permettermi di non sabotare ogni progetto (compresa la spesa del sabato) che partoritò.
Meno male che avevo detto di voler evitare lungaggini poco interessanti..!
Veniamo all'argomento del post, visto che è proprio l'impegno rivolto ai miei studi uno dei motivi che mi ha piacevolmente rapito dai miei soliti lamentosi monologhi modaioli..!
Dal 22 al 25 marzo, si è svolta a Catania, presso gli spazi espositivi della struttura "Le ciminiere", la seconda edizione di "Art factory", un appuntamento che ha radunato diverse importanti gallerie nazionali e internazionali.
Attivissimo corredo ha costituito la presenza di rappresentanti di importanti riviste che si occupano di tutto ciò che è arte, tra cui mi preme segnalare Tribe art, testata catanese, nonchè fondamentale costante aggiornamento per coloro che lavorano in questo campo o che, più semplicemente, lo amano.
Il presente articoletto vuole soltanto offrire una testimonianza filtrata attraverso gli occhi e i gusti di chi Vi scrive.
Ecco, quindi, una serie, lunghissima ma altrettanto insufficienta, vista la varietà degli artisti e degli stili che hanno riempito i locali della mostra.
Ci tengo a salutare le due amiche con le quali ho condiviso questa interessantissima visita e che, mosse dal piacere o da una motivazione più professionale, non hanno mollato fino a che non abbiamo visitato tutti gli stand!



 Questi piccolissimi ritratti abbagliano i sensi, credetemi.





 Imbattutami in questi straordinari disegni a matita, ho provato molto avvilimento.
Lo convertirò in impegno per realizzare qualcosa di bello anche solo un decimo di queste opere.
 ...vogliamo parlare della pelle dell'orologio..??!
 ...o preferite chiederVi come sia possibile rendere così perfettamente il lucido del parquet?!






 
 Disarmanti, nella loro penetrante leggerezza.



 ...notate qualcosa di "paurosamente" familiare..?
 Sì! Si tratta di ambientazioni ispirate a scene tratte dai film di Hitchcok!
 ...anche Marilyn sa che questa primavera vanno di moda i colori pastello...
E dai! Almeno una dovevo spararla!!!




 Roberto Kusterle.
William Marc Zanghi.
Questo quadro mi ha inaspettatamente  affascinato.
 Potremmo parlare a lungo delle luci che sbattono sui questi piedi.
Thomas Gillespie.
E non luoghi evanescenti che vivono spesso anche nei miei quadri.


 Questi disegni sono stati realizzati da Ermo Gabriele Palandri.
Con una penna biro rossa.
E io non ho la forza di aggiungere altro.
 Sì, sì... Ha disegnato anche questa ballerina...
Lasciamo stare.

 Marco Fantini mi ricorda Stanley Donwood, artista che ho scoperto perchè ha realizzato la copertina di qualche disco dei Radiohead.
 David Lachapelle.
E un nobile soffio di moda si insinua su questa pagina.

 La Cognata e la luce del tramonto estivo siciliano.
Guttuso. 
Non è tra i miei preferiti, ma questo dipinto mi ha chiamato da lontano, prima ancora che sapessi che fosse di un Maestro.
 
Antonella Cinelli.
Fotografica.
 Alfio Giurato, ex allievo dell'accademia di belle arti di Catania (fatemi vantare di aver ex-colleghi così bravi!), ha le carte per diventare uno dei nomi dell'arte contemporanea.
Mi dispiace solo che le foto, specie in questo caso, non rendano la forza di queste opere.





 Per un'innamorata della mano di Sorolla era impossibile non rimanere incantata (e arrabbiatissima!) di fronte a questi queste tele...


  Marilisa Jolanda Spironello e il "Naufragio del pensiero".
 
 Giunti quasi alla fine di questo ricordo, non posso non renderVi partecipi del sorriso che mi hanno strappato queste due opere (photos courtesy of my sister!)..!


...per le più fanatiche, infine, un contentino per non aver trattato i soliti argomenti fashion...

 Ok. Questa vuole solo essere la testimonianza che sono ancora viva..!


Questo, invece, intende condividere con Voi la mia partecipazione, con questo quadro ("Senza titolo" - olio su tela, cm.200x160), alla mostra "Ubi consistam", che si terrà fino al 28 marzo presso la galleria "Spazio Vitale", a Catania.
Mi rendo conto che l'accostamento alle opere appena sfogliate sia blasfemo, ma, almeno sul mio blog, mi piace fantasticare e avvicinarmi ai grandi.
A presto e grazie per esserci sempre...
F.



13 commenti:

  1. Hey Pippi... where have you been ? we missed you.

    RispondiElimina
  2. Da amante dell'arte... bellissimo post!!
    baci Pippi e ben ritrovata :-)

    I.

    RispondiElimina
  3. Amo l'arte e la moda come sua espressione!!

    http://glamourcoma.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. @ Sherezade: Hi dear! Thank you for your lovely comment! I had to face a bit of...zig zag..! But now I'm back, ready to start with a lot of brand new ideas! ; ) Kisses

    @ Akuaduulza: Ciao cara! Grazie per i complimenti, sai che sono particolarmente contenta quando sento di coinvolgere anche con post più seri, riguardanti la mia più grande passione... Spero di ritrovarti al prossimo post!

    @ Glamourcoma: Sono assolutamente d'accordo con te! ; )

    RispondiElimina
  5. Ciao, esiste un catalogo della mostra? grazie.

    RispondiElimina
  6. @ Chiara: Ciao! Sì, c'è un catalogo, era disponibile presso il luogo dell'esposizione, le Cimineire (€10), ma non so se e dove sia reperibile ora...

    RispondiElimina
  7. siamo vergognose, non abbiamo fatto neanche una foto insieme -Mela

    RispondiElimina
  8. CaVa, caVissima Pippi!
    Volevo avvisarti che sul mio blog c'è un piccolo award per te!
    Spero tanto che ti faccia piacere...e che possa essere uno sprone a pubblicare più spesso post...ché qui manchi! *_^

    Abbi una splendida giornata, caVa! =)

    RispondiElimina
  9. Se ti va passa dal mio blog. Mi farebbe
    piacere averti fra le mie iscritte ^^ Ciao, Annamaria.
    http://mssmeraldina.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. lo sapevo che eri un'artista.. ha impiegato due ore il mio pc per caricare le immagini, due ore (non proprio due ore ;) ben spese. STupendi, veramente stupendi..
    ciao
    psico!

    RispondiElimina
  11. Molto bello!!! deve essere stata proprio una belle giornata di arte!!

    RispondiElimina
  12. che magico e coinvolgente mondo è l'arte....
    cmq sì me lo stavo chiedendo come potesse essere così lucido quel parquet!!!!! :P

    complimenti per la tua opera.
    emme

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget